Prima e dopo – Faccetta danneggiata

Ecco come la faccetta di un paziente tedesco in vacanza a Firenze è stata riparata con un restauro in composito a seguito di una frattura…

Un approccio diretto e immediato, ma soprattutto accurato, per trattare un’urgenza senza rinunciare alla massima resa estetica!

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo sorriso naturale, richiedi una visita al tel. 055 580 770. Ti aspettiamo!

Prima e dopo – Sbiancamento

Lo sbiancamento è un trattamento estetico che può far splendere il tuo sorriso, ma occhio a non cadere nelle trappole del mercato: deve essere eseguito con il metodo giusto per ottenere risultati naturali, stabili nel tempo ed evitare effetti collaterali indesiderati!

Questo è il risultato di uno sbiancamento che lo Studio Guasti e Massai ha eseguito sulla bocca di un paziente, riportando i denti al suo colore originale in una sola seduta.

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo sorriso naturale, richiedi una visita al tel. 055 580 770. Ti aspettiamo!

Prima e dopo – Frattura denti anteriori

Abbiamo restituito il sorriso a una giovane studentessa americana dopo che una banale caduta in bicicletta le aveva causato una brutta frattura dei denti anteriori.

Con due ricostruzioni estetiche in composito abbiamo ottenuto un risultato naturale e cancellato il ricordo di una esperienza spiacevole.

Se anche tu vuoi ritrovare il tuo sorriso naturale, richiedi una visita al tel. 055 580 770. Ti aspettiamo!

Anomalie morfologiche e strutturali

Anomalie morfologiche e strutturali dei denti

Recentemente abbiamo risolto il caso di un nostro paziente che riscontrava un’anomalia della forma di un incisivo laterale.  Questa patologia  comporta un’alterazione del tessuto gengivale.

Per risolvere il difetto estetico abbiamo scelto un trattamento combinato: viene utilizzato il laser per il rimodellamento mini-invasivo della gengiva. Un restauro servirà inceve per conferire al dente una forma armoniosa.

Dopo il piccolo intervento al laser non c’è alcun sanguinamento e si ha un immediato e rapido processo di guarigione dei tessuti senza fastidi per il paziente.

Successivamente siamo passati alla pianificazione del restauro dentale su modelli di laboratorio

Subito dopo la realizzazione del restuaro i tessuti gengivali guariranno adattandosi alla nuova forma del dente.

A distanza di una settimana si può apprezzare l’integrazione del restauro nell’aspetto generale del sorriso e la completa guarigione delle gengive.

Per maggiori informazioni e approfondire tematiche legate al mondo odontoiatrico ti consigliamo il nostro libro “Mai più paura del dentista“.

Disponibile su Amazon.it

Disponibile sul sito Associazione Tumori Toscana.it

Il 100% del ricavato è devoluto a favore dell’Associazione Tumori Toscana che dal 1999 cura gratuitamente e a domicilio i malati di tumore della Toscana.

Prima e dopo – Placca e tartaro

Giulia aveva accumuli di placca e tartaro, infiammazione gengivale e mobilità dei denti, alcuni tra i segni della malattia parodontale detta anche piorrea. Una cura adeguata e un corretto programma di mantenimento possono limitarla e aiutare ad avere una bocca visibilmente più sana, riducendo il rischio di ricorrere ad interventi più impegnativi.

 

Se anche tu come Giulia vuoi ritrovare il tuo sorriso naturale, richiedi una visita al tel. 055 580 770. Ti aspettiamo!

La malattia occlusale

Sai cos’è la malattia occlusale? Lo sai che può consumarti i denti compromettendo la funzione e la bellezza del tuo sorriso?

Viene definita malattia occlusale l’insieme di fattori capaci di danneggiare irreversibilmente i denti con possibili ripercussioni sui tessuti di sostegno sulle articolazioni e sul sistema neuromuscolare.

malattia-occlusale

Il consumo dei denti è un fenomeno, nella maggior parte dei casi, considerato come un “normale processo fisiologico” collegato all’età. Al contrario si tratta di un vero processo distruttivo che interessa giovani e adulti. È un sintomo il più delle volte inosservato che deve essere intercettato precocemente per bloccarne gli effetti distruttivi.

malattia-occlusale-dentista

Quali sono le cause della malattia occlusale?

Le cause possono essere molteplici:

  • reflusso gastrico,
  • malocclusioni,
  • abitudini viziate,
  • bruxismo,
  • serramento dei denti
  • abitudini alimentari errate.

In base all’aspetto e alla distribuzione dei segni di usura, il dentista può risalire alla loro causa e attuare il trattamento più efficace per arrestare la loro progressione e risolvere i danni provocati.

L’individuazione delle cause e un’ottimizzazione dell’occlusione (studiata e realizzata con accuratezza) é fondamentale, per ottenere stabilità e precisione dei contatti tra le arcate dentarie, evitando la concentrazione di forze eccessive con effetti deleteri sui denti, tessuti di supporto e sull’apparato neuromuscolare. Talvolta può essere sufficiente migliorare le abitudini alimentari, controllare il reflusso gastroesofageo e utilizzare un bite di protezione.

Le arcate dentali di chi soffre da anni di malattia occlusale si presenta così:

Per maggiori informazioni e approfondire tematiche legate al mondo odontoiatrico ti consigliamo il nostro libro “Mai più paura del dentista“.

Disponibile su Amazon.it

Disponibile sul sito Associazione Tumori Toscana.it

Ricorda che Il 100% del ricavato è devoluto a favore dell’Associazione Tumori Toscana che dal 1999 cura gratuitamente e a domicilio i malati di tumore della Toscana.

Presentazione del libro “Il tuo DENTISTA non ti ha detto che …”

Un libro per tutte le persone che hanno a cuore la propria salute e quella dei propri cari. Una guida illustrata dove trovare le risposte a tutte le domande su denti e gengive e i consigli utili per avere un sorriso sano e bello.
Alla presentazione sono intervenuti Eugenio Giani, Sara Funaro, Gabriella Ciabattini, Mario Cipollini e Vittorio Sgarbi.

“Il tuo DENTISTA non ti ha detto che … ”
di Lorenzo Massai e Alessandro Guasti lo trovi su Amazon
Oppure nelle librerie delle maggiori città Toscane (a Firenze si trova alla Feltrinelli e in altre librerie).

Il tuo DENTISTA non ti ha detto che…

Il libro dello Studio Guasti e Massai

Il tuo DENTISTA non ti ha detto che …

La conservazione e il restauro del sorriso in un volume agile, puntuale e aggiornato. Andando ben oltre il tradizionale approccio da dentista, Massai e Guasti ci propongono lo stato dell’arte di tecniche, materiali e conoscenze. Con un assunto che troppo spesso si dimentica: la bellezza parte dalla salute.

La ricerca scientifica e la collaborazione con le aziende produttrici dei nuovi materiali odontoiatrici degli autori garantiscono una informazione puntuale e aggiornata. Attraverso la continua sperimentazione di tecnologie e pratiche innovative Massai e Guasti sono in grado di disegnare uno scenario prossimo futuro dello studio dentistico e delle sue applicazioni, mettendo in pratica oggi quanto più possibile.

Questo manuale va oltre i classici consigli del dentista per inquadrare il “bel sorriso” in un più ampio contesto di salute di tutta la bocca, andando anche controcorrente, in una ottica di conservazione e valorizzazione dell’esistente. Nella maggior parte dei casi ciò di cui la natura ci ha fornito non va sostituito ma semplicemente valorizzato. A casa e in studio. E gli autori ci spiegano come.

La Prefazione di Stefania Saccardi Assessore al diritto alla salute Regione Toscana

Questo libro mi ha fatto sorridere. E mi pare un ottimo punto di partenza per un dentista! Mi ha regalato il piacere di trovare la cura e la dedizione per un lavoro di servizio alla salute unite alla creatività e all’allegria che solo un’autentica passione per quello che si fa riesce regalare.

È un volume molto utile, per chi crede che la corretta informazione sia alla base di una scelta consapevole. Gli autori spiegano in modo chiaro e facile da comprendere come funziona la nostra bocca, quali sono le buone pratiche per non avere bisogno di loro più dello stretto indispensabile, e in cosa consistono i principali interventi che i dentisti offrono ai propri pazienti.

Un gesto di sollecitudine che migliora la nostra vita quotidiana, un modo inconsueto di prendersi cura degli altri spiegando come a volte modi care piccoli atteggiamenti possa migliorare profondamente la nostra salute. Avere attenzione per noi stessi è fondamentale: grazie a Lorenzo Massai e Alessandro Guasti per queste belle pagine che ci aiutano a farlo nel modo corretto.

Ricorda che Il 100% del ricavato è devoluto a favore dell’Associazione Tumori Toscana che dal 1999 cura gratuitamente e a domicilio i malati di tumore della Toscana.

Disponibile su Amazon.it

Disponibile sul sito Associazione Tumori Toscana.it

ODONTOIATRIA DIGITALE: il futuro è CAD-CAM

Se normalmente per completare un restauro sono necessarie diverse sedute sulla poltrona del dentista, per la preparazione del dente, per montare il provvisorio, per realizzare l’impronta e per il montaggio del definitivo, sedute che spesso comportano l’uso di anestetici, con la tecnologia CAD-CAM, in un solo appuntamento si può avere il lavoro finito. I vantaggi di questa tecnologia sono notevoli per la salute del paziente e per abbreviare i tempi di guarigione.
Inoltre la precisione raggiungibile nelle varie fasi di lavorazione é oramai equiparabile alle tecnologie del passato: si possono realizzare protesi molto sottili come le faccette estetiche, inlay ed onlay, possono essere rafforzate delle protesi fisse complete e si possono lavorare materiali come lo zirconio,disilciato e composito che sono privi di metallo, quindi indicati per soggetti allergici e con un alto impatto estetico.
La tecnologia CAD permette attraverso uno scanner intraorale digitale, che é in grado di leggere la conformazione morfologica delle varie parti del cavo orale, la realizzazione di modelli virtuali o riproduzioni digitali dell’anatomia del paziente, in tre dimensioni e fedelmente all’originale.
Lo scanner laser 3D funziona attraverso l’emissione di impulsi elettromagnetici e la ricezione di segnali riflessi. Il tempo che intercorre fra l’emissione del laser la ricezione del riflesso viene rilevata dal software CAD ed elaborata prima come sequenza di punti e poi formulata sotto forma di modello virtuale. Lo scanner a luce strutturata, invece, proietta un pattern luminoso sulla superficie da rilevare, mentre delle telecamere registrano le deformazioni del pattern su migliaia di punti alla volta che il software CAD elabora sotto forma di rilievo 3D.
La fresatura CAM é il metodo piu’ utilizzato per la realizzazione delle protesi realizzate in CAD. Dal modello digitale una speciale fresatrice assistita dal computer fresa ed intaglia il blocchetto di materiale che si é scelto per la protesi.
La tecnologia CAD-CAM apre le porte al futuro. Attraverso degli strumenti digitali di sofisticata ingegneria è possibile avere una pre-visualizzazione del lavoro finito prima di iniziare il lavoro sul paziente.

Prevenire è sempre meglio che curare

Se vogliamo far durare nel tempo un bel sorriso dobbiamo prenderci cura dei denti ma anche della salute delle nostre gengive. Una gengiva sana ha un bel colore rosa chiaro e non sanguina lavando i denti, mentre la presenza di arrossamenti, gonfiori, dolenzie, sanguinamento, cattivi odori e sapori sono tutti campanelli d’allarme da prendere al più presto in considerazione in quanto possono essere sintomo di gengivite o peggio di parodontite (piorrea).

La parodontite è una malattia di origine batterica molto diffusa che causa la distruzione dei tessuti, duri e molli che circondano il dente. Questa malattia che inizialmente provoca pochi sintomi, molte volte può progredire e aggravarsi senza che la persona se ne accorga.

Le conseguenze possono essere:

– forti retrazioni gengivali con conseguente esposizione delle radici e comparsa di antiestetici spazi neri tra i denti che invecchiano il sorriso della persona che ne è affetta
– formazione di profonde tasche parodontali infette e maleodoranti
– mobilità e disallineamento dei denti
– perdita dei denti con conseguente difficoltà di masticazione.

Un altro effetto negativo che la malattia parodontale può determinare è la compromissione della salute generale. Numerosi studi scientifici sostengono la correlazione fra malattiaparodontale e malattie sistemiche, dovuta all’infiammazione e alla diffusione delle tossine batteriche per via ematica. E’ stato osservato che chi soffre di parodontite è più colpito da malattie cardiovascolari, diabete, patologie polmonari, alcuni tipi di tumore e anche complicanze ostetriche, come la nascita pretermine di neonati sottopeso.

Per tutti questi motivi è quindi fondamentale sottoporsi il prima possibile ad una visita specialistica di controllo in modo da intervenire tempestivamente per tornare in tempi rapidi ad una completa guarigione.