Endodonzia

SERVIZI OFFERTI

TERAPIA CANALARE

Il trattamento endodontico (o cura canalare) è un intervento odontoiatrico ambulatoriale che consente di evitare l’estrazione del dente, quando la parte vitale raggiunta dai batteri a causa di una carie penetrante o frattura è infiammata o infetta.

Quali sono i segni che indicano un’infezione della parte vitale di un dente?

Il dente può dare un fastidio talmente minimo da non indurre preoccupazione.

Questo tipo di sintomatologia si riscontra anche in stadi più avanzati e su elementi dentali gravemente compromessi.

In alcuni casi l’ipersensibilità al freddo rappresenta il primo sintomo.

Il dolore al caldo e alla masticazione che perdura anche una volta rimosso lo stimolo che lo causa è da associare a un danno irreversibile della parte vitale del dente.

Com’è eseguita la cura canalare?

Il trattamento endodontico (o cura canalare) consiste:

- Nella rimozione della polpa (nervo dentale) infiammata e infetta presente all’interno del dente per tutta la lunghezza delle radici
- Nella sua sostituzione con un’otturazione permanente in guttaperca e cemento canalare.

Tutto questo previa detersione e sagomatura dei canali radicolari.

Quali sono le finalità della cura canalare?

L’obiettivo della terapia endodontica è la rimozione dei batteri presenti all’interno del dente, in modo che , una volta ricostruito, sia esteticamente e funzionalmente integro.

Nel caso di stadio avanzato d’infezione, la cura canalare ripristina l’osso che circonda il dente, evitando l’insorgenza di ascessi o granulomi, rischiosi per la salute generale del paziente.

Quanto tempo ci vuole per eseguire una terapia endodontica?

Il trattamento endodontico richiede una o due sedute, in funzione del dente, della sua anatomia e del grado di contaminazione della polpa. La terapia endodontica è indolore grazie all’ausilio di anestesia locale.