Estetica

SERVIZI OFFERTI

radio_button_unchecked

FACCETTE IN CERAMICA

RESTAURI IN COMPOSITO

Quali sono le indicazioni?

L’applicazione di materiale resinoso-composito al dente naturale è indicata per:

- ripristinare il tessuto dentale mancante causato da carie o erosioni
- riparare fratture e scheggiature coseguenza di traumi accidentali o di malattia occlusale
- mascherare denti macchiati
- sbiancare e perfezionare l’aspetto dei denti naturali
- chiudere gli spazi neri aperti tra i denti in conseguenza di malattia parodontale
- allineare i denti

Come si usano le resine composite?

Il composito è applicato a piccoli strati al dente naturale con speciali adesivi per ottenere l’effetto cosmetico desiderato.

Nella maggior parte dei casi è sufficiente una sola seduta.

Sono un candidato per il trattamento con resine composite?

Candidati a questo trattamento sono pazienti che:

- presentano decolorazioni dei denti causati da un consumo eccessivo (conseguenza di malattia occlusale, bruxismo o sostanze acide)
- hanno otturazioni in amalgama d’argento
- desiderano un trattamento minimamente invasivo
- scelgono una soluzione meno costosa rispetto ai restauri in ceramica come le faccette

Quando sono meno indicati?

I restauri in composito sui denti anteriori sono meno indicatati nei pazienti:

- forti fumatori
- forti consumatori di sostanze pigmentanti come il tè e caffè
- In questi casi se la richiesta di estetica è massima è preferibile l’applicazione di faccette in ceramica.

Mantenimento dei restauri in composito

I restauri in resina composita hanno una durata media di circa 5-8 anni.

Per prolungare la loro conservazione è consigliabile:

- eseguire sedute d’igiene orale professionali frequenti e regolari
- ridurre o astenersi dal fumo
- controllare le abitudini viziate (mordersi le unghie o masticare ghiaccio)
- limitare l’uso di cibi e bevande pigmentate

L’uso di protezioni notturne è indicato in caso di parafunzioni come il bruxismo o il serramento dei denti.

FACCETTE IN CERAMICA

Cosa sono le faccette in ceramica?

La faccetta è un sottile rivestimento di ceramica che aderisce alla superficie esterna del dente tipo ” lente a contatto” al fine di migliorarne l’aspetto estetico o proteggerlo se danneggiato.

Come sono applicate le faccette in ceramica?

Le faccette in ceramica in genere richiedono due sedute.

Nella prima, lo smalto del dente può essere ridotto per migliorare l’adattamento delle faccette ed è presa un’impronta di precisione per la loro realizzazione.

Nella seconda seduta le faccette sono approvate dal paziente e applicate sulla superficie dei denti.

Una volta applicate, una luce ad alta intensità indurisce il cemento assicurando una forte adesione al dente.

Cementata e rifinita la faccetta ha l’aspetto di un dente naturale, con il tessuto gengivale circostante sano.

Sono un candidato per le faccette in ceramica?

Le faccette in ceramica possono essere usate per correggere una serie di problemi estetici dentali quali:

- mutamenti di colore
- usura
- fratture e alterazioni della forma

La faccetta in ceramica è considerata la scelta ideale per migliorare la maggior parte dei sorrisi.

Possiede una resa estetica migliore rispetto ai compositi: non si macchia, mantiene la lucentezza ed è resistente all’usura.

Come si mantengono le faccette in ceramica?

Le faccette in ceramica devono essere trattate come denti naturali; evitare strappi e movimenti di lacerazione, non mordersi le unghie o oggetti di durezza elevata.

Al fine di preservare l’integrità di contatto tra dente e faccette, si raccomanda ogni anno di sottoporsi a un’applicazione di fluoro.